Antichi egizi… in Australia?

Scoperta negli anni ’70 da un uomo che cercava il suo cane nel parco Nazionale della Hunter Valley a Sidney  la grotta in cui sono visibili grafiti egizi è un altro dei misteri e delle storie più affascinanti della Terra! Si può riconoscere la figura del dio egizio Anubi, Giudice dei Morti e Guardiano dell’Oltretomba e non solo! Sulle pareti sono scolpiti circa 250 geroglifici che non hanno nulla a che fare con i disegni aborigeni; Ray Johnson, anziano egittologo del museo dell’antichità del Cairo è riuscito a capire che quella disegnata sulle pareti australiane è una storia che parla di navigatori naufragati in una terra sconosciuta e della morte del loro capo. Possibile che popolazioni così primitive e così lontane dall’Australia possano averla raggiunta, lasciando a noi quello che oggi è un altro tesoro inestimabile?

Se vuoi saperne di più e leggere la traduzione dei geroglifici trovati nella grotta, clicca qui

Annunci

Stonehenge, il misterioso osservatorio astronomico

Stonehenge è composta da 60 grandi pietre erette e poste in circolo, chiamate megaliti. La credenza comune è che tale circolo costituisca un primitivo osservatorio astronomico poichè le pietre sono allineate nei punti di solstizio ed equinozio.

I primi studi sull’opera ritengono che il monumento sia opera dei Druidi (antichi sacerdoti celtici). Verso la fine dell’800 si riesce a scoprire che l’opera è figlia dell’età del bronzo grazie ai reperti archeologi trovati sulle colline vicine. Inutile dire che ci sono state moltissime dispute sulla data di nascita di Stonehenge; la maggior parte degli archeologi ritiene che sia stato costruito tra il 2500 a.C. ed il 2000 a.C.  La leggenda vuole che il complesso sia stato realizzato in una sola notte dal mago Merlino che trasportò le pietre in volo dall’Irlanda. Perchè una leggenda simile se mago Merlino nascerà solo 2000 anni dopo?

Vuoi saperne di più? Clicca qui

L’oracolo di Delfi: conoscere il futuro

Delfi c’era Pizia, una sacerdotessa la quale dava responsi sul futuro le bastava bere  l’acqua della fonte Castalda, sdraiarsi vicino a vapori caldi ed uno stato di eccitazione le permetteva di rispondere a tutti coloro che erano lì per conoscere il proprio fututo.

Oggi usiamo ancora l’espressione “Oracolo di Delfi” anche se noi questa sacerdotessa non l’abbiamo mai vista; esisterà ancora, in qualche parte del mondo, qualcuno che come Pizia riesce  a conoscere gli eventi prima che accadano?

Per saperne di più, clicca qui

Il mistero di Agarthi: la Terra cava

 Secondo la tradizione induista, esiste un grande regno sotterraneo, chiamato Agharti.Qui dimorerebbe il Re del Mondo, colui che, da Shamballah,la capitale di questo grande luogo mitico, domina le menti dei grandi, dei re, degli imperatori e dei presidenti di tutto il mondo. Qui, vivono esseri superiori, esseri capaci di cose inaudite, in grado di usare un’ energia che permette, a chi la sa usare, di volare, di spostare oggetti solo con la forza del pensiero, di leggere nella mente altrui…

Shamballah, che dovrebbe trovarsi in profondità, sotto il deserto del Gobi, in Asia, è solo il centro di questo grande regno, che dovrebbe estendersi, attraverso un’immensa rete di gallerie, sotto tutta la superficie del globo, collegando tra loro i diversi continenti. Agharti è questo, un’estesissima rete di gallerie sotterranee…Leggende o esiste un fondo di verità?

Per saperne di più, clicca qui